Bruce Springsteen & The E Street Band – 24 Aprile 2014 – Raleigh, NC – PNC Arena

•24 aprile 2014 • Lascia un commento

relaigh

Inizio show:
Fine show:  

Setlist:

Prossimi shows:
26 April – Atlanta, GA – Aaron’s Amphitheatre Lakewood
29 April – Sunrise, FL – BB&T Center

1 May – Tampa, FL – MidFlorida Credit Union Amphitheatre

3 May – New Orleans, LA – Jazz & Heritage Festival

6 May – Houston, TX – Cynthia Woods Mitchell Pavilion

13 May – Albany, NY – Times Union Center

14 May – Hershey, PA – Hersheypark Stadium

17 May – Uncasville, CT – Mohegan Sun

18 May – Uncasville, CT – Mohegan Sun

Bruce Springsteen -”American Beauty” Video

•23 aprile 2014 • 1 commento


AMERICAN BEAUTY

Everything in your shadow turns to vapour
You pierce my heart like it was paper
Radio’s crackling with the headlines
Sun upon your shoulder, wind’s in the phone line
American beauty will you be mine
Out on this highway counting white lines

I remember last summer drifting through our eyes
We’re in the high grass, my finger in your hemline
Boot heels click clacking, honey, when you shine
All them blue skies,
American beauty wherever you’d sigh
Out on this highway counting white lines

Your hand cups your breast pledging your time
The things we carried, shining skylines
Falling sparrow, sky torn apart
Dark shining arrow, your kiss pierces my heart
American beauty forever mine
Out on this highway counting white lines

 

Bruce Springsteen & The E Street Band – 22 Aprile 2014 – Pittsburgh, PA – Consol Energy Center

•22 aprile 2014 • Lascia un commento

Bruce ha iniziato il concerto chiedendo al pubblico “Who’s From London?” e poi ha attaccato con ” Clampdown ” una cover dei The Clash del 1980 dall’album ” London Calling “. Tour premiere per ” Stand On It”, eseguita per la prima volta in questo tour e solo per la quarta volta dal 2012. “Seven Night to Rock”, che di solito è proposta negli encores , è stata eseguita nel set principale come quinta canzone. Molto presente Patti Scialfa al microfono centrale a cantare con Bruce la maggior parte della canzoni. La prima richiesta accolta è stata ” I Wanna Be With You” tratta dal box set “Tracks” del 1998, appena la seconda volta eseguita dal lontano luglio del 1999, prima d’ora era successo il 2 Maggio 2009 presso il BankAtlantic Center di Sunrise in Florida. Bruce Springsteen indossava la stessa camicia dello show di Sabato a Charlotte. Esaudita la richiesta “Back in Your Arms ” anch’essa da “Tracks” eseguita per la seconda volta in questo tour e stata poi la volta di “The Promise” con Bruce solista al pianoforte . Joe Grushecky è salito sul palco durante gli encores per partecipare con ” Light of Day” e ” Frankie Fell in Love “. Bruce ha annunciato il suo prossimo ritorno a Pittsburgh, il 22 maggio e il 23 maggio, proprio con Grushecky e i suoi Houserockers, per l’evento in beneficenza Soldiers & Sailors Hall. Nel complesso 29 canzoni, in tre ore e otto minuti di spettacolo e con tre tour premiere.

Assente Steve Van Zandt.

Inizio show: 8:14 pm
Fine show:  11:22 pm

Setlist: Continua a leggere ‘Bruce Springsteen & The E Street Band – 22 Aprile 2014 – Pittsburgh, PA – Consol Energy Center’

Bruce Springsteen & The E Street Band – 19 Aprile 2014 – Charlotte, NC – Time Warner Cable Arena

•20 aprile 2014 • Lascia un commento

Bruce Springsteen a Charlotte esegue nove richieste e apre lo show con “Iceman”, un’autentica rarità, una canzone che non aveva mai suonato con la E Street Band. ” Iceman” è un outtake da “Darkness on the Edge of Town” del 1978 e pubblicata ufficialmente in”Tracks”, il box set del 1998 . L’unica volta che Bruce l’aveva proposta live risale al tour  di Devils & Dust il 17 maggio 2005 presso il Tower Theater di Upper Darby , in Pennsylvania. La setlist è piena di sorprese: “Iceman” sostituisce “High Hopes”,  e per la prima volta negli Stati Uniti, Bruce suona “Just Like Fire Would”. All’inizio del concerto vengono accolte due richieste: ” Louie, Louie ” e ” Mustang Sally”. L’ultima volta di “Louie, Louie” risale al 7 maggio 2009 a Toronto, mentre “Mustang di Sally” prima d’ora era stata eseguita con la  E Street Band il 14 giugno 2009 al festival di Bonnaroo a Manchester, Tennessee.
Tante le richieste, e  cambiamenti di programma rispetto all’originale setlist scritta a mano da Bruce, come  “No Surrender” seguita da ” Out in the Street ” e poi un micidiale doppio colpo con la tour premiere “From Small Things (Big Things One Day Come)” e il classico di Van Morrison “Brown Eyed Girl”, suonata l‘ ultima e unica altra volta con la E Street Band proprio all’Arena di Charlotte  il 3 novembre del 2009.

charlotte2Accolte ed eseguite anche le richieste di  “Racing in the Street” e ” My Love Will Not Let You Down”. Interessante vedere “Wrecking Ball” e “Death to My Hometown” al numero 15 e 16 della setlist, dal momento che Bruce esegue questi due brani solitamente all’inizio del concerto. Il set principale si è concluso con “Light of Day” proprio come ha fatto a Columbus, Ohio Martedì scorso. Prima volta in assoluto di  “Darkness on the Edge of Town” nel set degli encores. Nel complesso un eccellente concerto con 30  canzoni,  una performance di tre ore e 13 minuti e cinque Tour Premiere…….grande Boss!

Inizio show:  8:05 pm
Fine show:  11:20 pm

Continua a leggere ‘Bruce Springsteen & The E Street Band – 19 Aprile 2014 – Charlotte, NC – Time Warner Cable Arena’

Bruce Springsteen “American Beauty” Audio, Testi e Traduzioni

•20 aprile 2014 • Lascia un commento

testi e traduzioni

 

American Beauty testi e traduzioni:

  1. AMERICAN BEAUTY

  2. MARY MARY

  3. HURRY UP SUNDOW

  4. HEY BLUE EYES

20 Aprile 1999: Bruce Springsteen & The E Street Band – Milano – Forum Assago

•20 aprile 2014 • Lascia un commento

tickMilano 20-4-99

da il Corriere della Sera (21 aprile 1999) - Fasano Giusi

FORUM DI ASSAGO ESAURITO PER IL SECONDO CONCERTO DI BRUCE SPRINGSTEEN. ZUCCHERO: E’ VERAMENTE GRANDE

“Ciao Milano”, e il Boss saluta i fans in delirio

Salvatores: un cantante “giovane” Bagarini: affari d’ oro

Il Boss pizzica una corda a caso, saluta con un “Ciao Milano” e un boato copre il suono della sua chitarra. + il copione che si ripete: e’ Bruce Springsteen, the Boss, che e’ travolgente fin dal primo istante. Ancora prima che canti. Ieri sera – secondo e ultimo appuntamento milanese dell’ operaio del rock – e’ stato di nuovo un tripudio di cori, di applausi e di balli. Dodicimila fans scatenati hanno affollato il Filaforum di Assago gia’ un paio d’ ore prima che il concerto cominciasse. E, com’ era avvenuto lunedi’ , anche stavolta i bagarini hanno fatto affari d’ oro. La seconda serata e’ andata decisamente meglio per la raccolta dei fondi della Missione Arcobaleno. Lunedi’ gli organizzatori dei banchetti erano arrivati in ritardo e in pochi. Cosi’ le donazioni, che lo stesso Springsteen aveva incoraggiato dal palco, erano arrivate si’ e no a un milione. Ieri, invece, la cifra raccolta e’ stata piu’ consistente perche’ i volontari, dietro i quattro banchetti piazzati nel palazzetto, hanno cominciato a lavorare alle 5.30 del pomeriggio, cioe’ all’ apertura dei cancelli. Zucchero e’ arrivato pochi minuti prima che si spegnessero le luci. Una parola per Bruce? “Ce n’ e’ una sola” giura lui: “Grande”. Il pezzo preferito? “Born to run. E poi tanti altri, soprattutto quelli vecchi. Grande Bruce – ripete -. Mi piace perche’ e’ raf. Sai cosa vuol dire raf? Ruvido. Ecco, lui e’ un ruvido. Un vero. Mi piace”. Per Gabriele Salvatores l’ aggettivo giusto e’ “giovane”: “Si’ , giovane e’ la parola che ci vuole per lui” insiste il regista “perche’ sono sicuro che ha ancora spazio per crescere. Che dobbiamo ancora vedere il meglio”. Salvatores e’ un fan di vecchia data ma a differenza degli “springstiani” doc preferisce i dischi ultimi del Boss. Nella fila davanti a lui Giorgio Armani, abbronzatissimo, si dispone a un minimo di movimento a suon di rock: toglie la giacca perche’ 12 mila respiri messi assieme fanno un bel caldo anche stando fermi. Figuriamoci partecipando… Roberto Baggio arriva troppo tardi per lasciarsi andare a un commento: Bruce ha gia’ cominciato a cantare e lui si affretta a entrare, inseguito dai bagarini che gli chiedono un autografo. A lui il biglietto lo darebbero gratis, se solo si fermasse a chiacchierare un po’ . Ma la musica non puo’ aspettare. E l’ interista nemmeno. Giusi Fasano

Continua a leggere ’20 Aprile 1999: Bruce Springsteen & The E Street Band – Milano – Forum Assago’

19 Aprile 1999: Bruce Springsteen & The E Street Band – Milano – Forum Assago

•19 aprile 2014 • Lascia un commento

da il Corriere della Sera del 20 Aprile 1999

Springsteen, attrazione fatale

Assedio al Forum, oggi si replica. Fa flop la raccolta pro Kosovo

1999-04-19 - FILA FORUM, MILAN, ITALYCon il suo rock sudato e ruspante, Bruce Springsteen infiamma Milano. E’ una rockstar davvero sui generis, il cantautore “nato per correre”. Non si da’ arie, non fa richieste capricciose e, invece di sfruttare il suo fascino per divertirsi nottetempo con qualche bella fan, gira in tour con la moglie (Patti Scialfa, che sale anche sul palco) e con i tre figli, trascinandosi dietro pure una maestra privata, che ha ingaggiato per far studiare i piccoli on the road. Come se non bastasse, non vuole dedicare neanche un minuto del suo tempo allo shopping (pero’ domenica ha incontrato Donatella Versace), che e’ lo sport preferito di stelle e stelline dello spettacolo, ma chiede all’ organizzatore dei suoi concerti italiani (Claudio Trotta della Barley Arts) di portare lui e la sua famiglia a conoscere le bellezze artistiche di Milano. Continua a leggere ’19 Aprile 1999: Bruce Springsteen & The E Street Band – Milano – Forum Assago’

Reunion Tour – Bruce Springsteen & The E Street Band: 17 Aprile 1999 – Bologna – Palamalaguti

•17 aprile 2014 • 2 commenti

Springsteen: grazie Italia per gli aiuti ai profughi

Trionfo a Casalecchio del Boss che fa una donazione al Kosovo. Concerto in ritardo di 90 minuti. Little Steven: “La nostra forza e’ il divertimento”. L’ attesa di dodicimila fan sotto l’ acqua per ore. E gadget a peso d’ oro

ticket bologna 17-04-99

Un trionfo per Bruce Springsteen e la sua E – Street Band ieri sera a Casalecchio di Reno (Bologna). Dodicimila fan in delirio ma anche momenti di intensa commozione quando alle 22.35 “The Boss” ha presentato in italiano il suo brano piu’ drammatico: “The Ghost of Tom Joad”: “Vorrei dedicare questa canzone alla Missione Arcobaleno. E li ringrazio per tutto il lavoro che stanno facendo per i profughi del Kosovo”. L’ impegno di Springsteen a poche centinaia di chilometri dal rombo degli aerei. Lui, il campione della battaglia contro la guerra in Vietnam, ha fatto anche una “generosa” donazione (la cifra e’ tenuta segreta) in favore della Missione Arcobaleno. Il concerto e’ in ritardo: i Tir che trasportano palco e apparecchiature sono rimasti bloccati molte ore al Brennero per la neve e lo show e’ cominciato dopo un’ ora e mezzo rispetto al previsto: solo alle 21 il “Boss” sale sul palco. Continua a leggere ‘Reunion Tour – Bruce Springsteen & The E Street Band: 17 Aprile 1999 – Bologna – Palamalaguti’

La traduzione del discorso di Bruce Springsteen alla leggendaria E STREET BAND!!!!!

•11 aprile 2014 • 2 commenti

29th Annual Rock And Roll Hall Of Fame Induction Ceremony - Show

Serata storica quella della cerimonia per l’ingresso nella Rock And Roll Hall Of Fame che si è tenuta nella notte fra il 10 e l’11 aprile presso il Barclay’s Centre di Brooklyn, New York.
Molto emozionante il momento  che ha visto protagonista la E Street Band, presentata da un travolgente e commovente discorso tenuto da Bruce Springsteen: il gruppo, con il Boss a fare gli onori di casa e a cantare, si è lanciato in una versione da brivido di “The E Street Shuffle” poi  “The River” (dedicata a Clarence) e “Kitty’s Back”. 

Ricordiamo che l’evento si è svolto in forma privata e sarà trasmesso in tv solo il prossimo 31 maggio.

Continua a leggere ‘La traduzione del discorso di Bruce Springsteen alla leggendaria E STREET BAND!!!!!’

“HIGH HOPES” Bruce Springsteen: Testi e Traduzione

•29 dicembre 2013 • 2 commenti

hh testi&trduzioni

  1. HIGH HOPES [ (4:57)
  2. HARRY’S PLACE (4:04)
  3. AMERICAN SKIN (41 SHOTS) (7:23) 
  4. JUST LIKE FIRE WOULD (3:56) 
  5. DOWN IN THE HOLE (4:59)
  6. HEAVEN’S WALL (3:50)
  7. FRANKIE FELL IN LOVE (2:48)
  8. THIS IS YOUR SWORD (2:52)
  9. HUNTER OF INVISIBLE GAME (4:42)
  10. THE GHOST OF TOM JOAD (7:33)
  11. THE WALL (4:20)
  12. DREAM BABY DREAM (5:00)

I testi potrebbero subire delle modifiche

Testi in Inglese by One Eyed King

Happy Easter to all our awesome followers!!!

•20 aprile 2014 • 3 commenti

pasqua 2014

 
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 485 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: