Manifesto Bruce Springsteen a Napoli 2013


Bruce Springsteen_100X140_NA_A.indd

~ di pinkcadillacmusic su 13 febbraio 2013.

5 Risposte to “Manifesto Bruce Springsteen a Napoli 2013”

  1. Comunque rispetto a quello dell’anno scorso non C’è paragone…
    Comunque bellissimo a mio avviso…

    Mi piace

  2. Magari attirandomi l’antipatia di tanti sento di dover dire che questo manifesto è davvero brutto e inefficace, credo inoltre lo abbia realizzato un grafico assolutamente non springsteeniano. Lo dico ovviamente da grafico, ma soprattutto da fan e da collezionista di poster del Boss. La foto scelta è tra le pochissime foto tristi scattate al Boss on stage. Lo sguardo di Bruce ispira malinconia e fatica, cose che noi sappiamo non gli appartengono soprattutto sul palco. Del lettering dico solo che è quello vecchio del Tour del 2009.

    Mi piace

    • Gianluca, secondo me dovresti guardare meglio. La foto, secondo me, ritrae Bruce durante “10th Avenue…”, in uno di quei momenti in cui, da quando Clarence se n’è andato, gli rende omaggio alzando prima il microfono verso il cielo, e poi voltandosi a guardare il punto, sul palco, dove suonava il suo amico. Non sei d’accordo che, se è così (come credo), questo diventa un manifesto molto bello?

      Mi piace

      • Sono d’accordo sulla precisazione di Roberto che ha individuato, da vero conoscitore, con precisione l’origine dello scatto utilizzato, e sono d’accordo che è uno dei momenti più toccanti dello show, non di meno confermo la mia critica al poster, ovvio non “contenutistica”, ma puramente iconografica e funzionale. E’ scientificamente provato che l’attenzione media che poniamo nell’osservare un manifesto stradale è di pochissimi secondi, riusciamo a leggere pochissime parole (quelle grosse o il logo) per cui all’immagine e al colore è affidato pressoché “tutto” l’aspetto emozionale e tutto quello che le parole non riuscirebbero mai ad esprimere, per cui confermo che alla fine questo resta un manifesto, che pur pieno di ricordi e significati (non da tutti percepibili), non “comunica” (funzione primaria e inderogabile di un poster “pubblicitario” stradale), neanche lontanamente l’energia, la partecipazione e il “carisma”, valori che ritengo siano la vera essenza di un concerto del Boss.

        Mi piace

  3. Grazie… Stupendo😉

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: