Bruce Springsteen & The E Street Band – 23-05-2013 – Piazza del Plebiscito – Naples, ITALY


Pre-show –

This Hard Land (Solo Acoustic)
Growin’ Up (Solo Acoustic)

Inizio show: 20:25

Fine show: 23:30

Setlist e videos:

(Intro – O Sole Mio) (Video #1) (Video #2) (Video #3) (Video #4) (Video #5) (Video #6) (Video #7) (Video #8 pro-shot)
1. Long Walk Home (Video #1) (Video #2) (Video #3) (Video #4) (Video #5) (Video #6)
2. My Love Will Not Let You Down
3. Out In The Street (Video #1 clip) (Video #2 distorted clip) (Video #3)
4. Hungry Heart (Video #1 short distorted clip) (Video #2)
5. We Take Care Of Our Own (Video #1 short clip)
6. Wrecking Ball
7. Death To My Hometown (Video #1)
08. Spirit In The Night (Video #1) (Video #2 clip)
09. Rosalita (Come Out Tonight) (Video #1 + sign collecting)
10. The River (Video #1) (Video #2) (Video #3) (Video #4) (Video #5) (Video #6 nice)
11. Prove It All Night (’78 Intro) (Video #1) (Video #2)
12. Radio Nowhere (Video #1)
13. The Promised Land
14. Pay Me My Money Down
15. Shackled And Drawn
16. Waitin’ On A Sunny Day
17. Who’ll Stop The Rain
18. The Rising
19. Badlands (Video #1)
20. Land Of Hope And Dreams (Video #1) (Video #2 clip)
21. My Hometown (Video #1) (Video #2)

22. Born In The U.S.A. (Video #1 short distorted clip) (Video #2) (Video #3 clip) (Video #4) (Video #5)
23. Born To Run (Video #1) (Video #2) (Video #3)
24. Dancing In The Dark (Video #1) (Video #2) (Video #3 clip) (Video #4)
25. Tenth Avenue Freeze-Out (Video #1 clip)
26. Twist And Shout (Video #1 short distorted clip) (Video #2) (Video #3) (Video #4 clip) (Video #5)
27. Thunder Road (Solo Acoustic) (Video #1 nice) (Video #2 superb)

Prossimo show: 26 Maggio 2013 – Olympiastadion – Munich, Germany

~ di pinkcadillacmusic su 24 maggio 2013.

5 Risposte to “Bruce Springsteen & The E Street Band – 23-05-2013 – Piazza del Plebiscito – Naples, ITALY”

  1. THE DAY AFTER – The Boss Experience

    Il giorno dopo un concerto del Boss accade una cosa che vorrei che ognuno provasse: si guardano tutte le cose da un’altra angolazione.
    I problemi, le sofferenze, se ci sono, non scompaiono, certo.
    Ma dentro di te assumono una dimensione diversa, più,come dire, congrua. E trovano la giusta collocazione.

    E’ raro vedere ad un concerto una moltitudine di persone così eterogenea come età: c’erano 50-60 enni ma anche ragazzi di 15-16 anni: padri e madri con i figli e persino qualche nonno; e sui volti di ciascuno ho visto la stessa cosa: gioia. Non so come definirla meglio: tutti sembravano proprio contenti di essere al concerto, tutti si esaltavano alle note di “Out in the street” o “Twist & Shout”; tutti si commuovevano durante “The River” e molti piangevano (tra cui io); tutti saltavano durante “Rosalita”; tanti erano sul palco, con il cuore, quando durante “10th Avenue Freeze-out”, sono passate sul megaschermo le immagini di Clarence Clemons e Danny Federici, gli E streeter passati ad altra Band, più alta: sono sensazioni fortissime.
    Pochi cantanti riescono a farti fare un viaggio all’interno di te stesso e riescono a tirare fuori il meglio che c’è in te; e in quanti concerti, se comincia a venire giù acqua a secchiate, il cantante esce dal palco e va sotto la pioggia, per condividere il disagio con il suo pubblico?
    Ai concerti di pochi esci cambiato e ricominci ad affrontare la vita con un altro spirito: in questo c’è la grandezza del Boss .

    “I will provide for you
    and I’ll stand by your side
    you’ll need a good companion now
    for this part of the ride
    leave behind your sorrows
    let this day be the last
    tomorrow there’ll be sunshine
    and all this darkness past”
    si ascolta in “Land of hope and dreams”. E qui, cito Gian Luca Gennaro, amico di sempre e con me al primo concerto del Boss del 21/6/1985 allo Stadio San Siro: “A chi dice “certo gli ultimi album non sono più come Born to Run o Darkness on the edge of town rispondo Devi compiere almeno 40 anni. Poi ascolta Land of hope and dreams e ne riparliamo”

    Definirei un concerto del Boss “Indescrivibile”: come si fa a descrivere l’Amore? In molti, da centinaia di anni ci hanno provato, e alcuni sommi della letteratura o della musica si sono avvicinati moltissimo. Ma per capire veramente l’Amore bisogna viverlo.
    Così è anche un concerto del Boss: non basta ascoltare la sua musica, o vedere i video, o leggere i testi: bisogna viverlo.

    E ieri, in 25.000 o giù di lì, l’abbiamo vissuto, abbiamo toccato con mano, ci è entrato dentro, ci ha cambiati; o meglio, a cambiato il nostro approccio alla vita; almeno per un po’; almeno fino al prossimo concerto.

    Grazie Bruce.

    Mi piace

  2. un saluto a tutti voi…è stato bello conoscervi e consividere queste emozioni con voi;
    un abbraccione,
    Claudio e Giusy

    Mi piace

  3. uh, c’è il mio video pubblicato! (tunder road). Sul canale trovate anche gli altri!🙂

    Mi piace

  4. È sempre bello assistere ad un concerto di Springsteen…..un susseguirsi di emozioni e sensazioni splendide. Grazie sempre, Bruce……un ringraziamento anche a tutti quei ragazzi, del pink cadillac e non, che, come sempre, si prodigano ad organizzare una fila ed una lista che ci permette di attendere con poche o nessuna tensione la distribuzione dei braccialetti per il pit.

    Mi piace

  5. Grande……anche gli angeli si sono commossi ascoltando The River….. quella non era pioggia ma lacrime dal paradiso…….

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: