Bruce Springsteen “High Hopes (2013)”


High Hopes
Rispetto alla versione eseguita dal vivo, la nuova in studio restituisce un lettura molto più energica e meno virata sui toni acustici: allungata di 26 secondi rispetto a quella – sempre registrata in studio – del 1996, la “nuova” “High hopes” presenta un poderoso arrangiamento di fiati e tastiere, accompagnati dalla presenza delle chitarre elettriche che – a giudicare soprattutto dai primi interventi, quelli che entrano a circa 15 secondi dopo i quattrobar percussivi iniziali – tradiscono la “firma” di Tom Morello, che all’epoca del tour in Australia (e delle relative session in studio, che pure Bruce si rifiutò di considerare tali derubricandole a “momenti liberi che abbiamo sfruttato per buttare giù in paio di cose”) era stato chiamato nella E Street Band in sostituzione di Stev Van Zandt.

~ di pinkcadillacmusic su 21 novembre 2013.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: