Springsteen: Il 25 aprile su formato cd il concerto di Capodanno 1980


bruce 80
Chi ha l’età per ricordare i bootleg (dischi registrati, perlopiù da vivo, prodotti e venduti illegalmente) e ha avuto il buon senso di amare Bruce Springsteen prima che diventasse una celebrità mondiale, avrà un sussulto di emozione. Springsteen stesso, sul suo sito brucespringsteen.net, mette in vendita, per ora solo in versione digitale (i cd arrivano il 25 aprile) le quattro ore di concerto del 31 dicembre 1980 al Nassau Coliseum di Long Island, New York.

nassau-ticket-a83A lungo le registrazioni di quei concerti di fine anno sono state considerate una sorta di mito, il vertice (non ufficiale e perciò ancora più appetitoso) di una delle parabole più luminose nella storia del rock. Le canzoni sono 38, il tour era quello di «The River», la scaletta è speciale e molto natalizia, con anche «Merry Christmas baby», «Auld Lang Syne» e una leggendaria «Santa Claus Is Coming To Town». Alle spalle del trentunenne Boss c’è la E Street band dei giorni migliori, senza Nils Lofgren, che arriverà per il tour di «Born In The Usa», e con Steven Van Zandt ancora lontano da tentazioni da solista.

È il momento migliore della lunga carriera di Springsteen, quello in cui i concerti riassumono in quattro ore quasi quarant’anni di rock and roll, tenendo insieme Elvis Presley e Bob Dylan (il corpo e la mente, diceva lui), la musica soul e Van Morrison, il muro del suono di Phil Spector e la semplicità pop dei Creedence Clearwater Revival. Il primo concerto italiano arriverà nel 1985, quattro anni e mezzo dopo, il primo concerto vicino all’Italia solo quattro mesi dopo, nell’aprile 1981, a Zurigo: ma la naturalezza e la familiarità di quella serata alla periferia della metropoli, così vicino al mondo raccontato nelle canzoni, rimane probabilmente irripetibile.

Oggi, con meno di dieci dollari (versione mp3) è possibile avere quei 38 pezzi sul proprio iPod o telefonino senza attese. Ma c’è da giurarci che qualcuno, tra quelli che negli Anni Ottanta spesero cifre di tutto rispetto per fare arrivare i dischi dagli States, anche stavolta attenderà l’invio del 25 aprile. Springsteen ha già reso disponibili altri concerti del 1975 e del 1978, in un programma di riedizioni molto curate anche dal punto di vista del suono, vecchia croce di chi tanto amò e un po’ maledisse quei bootleg di trent’anni fa.

PIERO NEGRI

~ di pinkcadillacmusic su 7 aprile 2015.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: