26 gennaio 1967: esce “Raise Your Hand”, una delle cover più amate da Springsteen


Bruce ed Eddie Floyd nel backstage dopo lo show di Memphis. Pochi minuti dopo questa foto, Bruce, Steve e Glen Brunman presero un taxi e si recarono a Graceland con l'intenzione di incontrarsi con Elvis. Ma le cose non andarono proprio così... Bruce si arrampicò oltre il muro di recinzione e raggiunse a mala pena il prato della proprietà di Elvis... Photo by Belinda Taylor.

Bruce ed Eddie Floyd nel backstage dopo lo show di Memphis. Pochi minuti dopo questa foto, Bruce, Steve e Glen Brunman presero un taxi e si recarono a Graceland con l’intenzione di incontrarsi con Elvis. Ma le cose non andarono proprio così… Bruce si arrampicò oltre il muro di recinzione e raggiunse a mala pena il prato della proprietà di Elvis…! Photo by Belinda Taylor.

“Raise Your Hand”, una delle più cover più amate da Springsteen, esce il 26 gennaio 1967: la canzone- scritta da Eddie Floyd  (con Steve Cropper e Alvertis Isbell ) e  inserita nel suo album di debutto Knock on Wood – fu rilasciata come singolo in quello stesso anno e raggiunse  il 16° posto nella Black Singles Chart e il 79° nella  Pop Singles Chart. Interpretata da vari artisti come Janis Joplin,  Ike and Tina Turner, The J. Geils Band, a partire dal 1976 viene riproposta  molto spesso negli show di Bruce Springsteen and the E Street Band come parte degli encores. La prima volta che Bruce eseguì Raise Your Hand risulta il 21 marzo 1976  durante le prove per  la seconda e ultima tappa del Born To Run Tour davanti ai 200 fortunati invitati allo Stone Pony in Asbury Park. In quell’occasione furono eseguiti quasi tutti brani di Born To Run e, appunto, per la prima volta, RAISE YOUR HAND, evidentemente con efficacissimo riscontro dal momento che durante quel leg fu riproposta altre 17 volte. Durante la tappa di Memphis, il 29 aprile 1976, Springsteen invitò Eddie Floyd per conoscerlo personalmente, il quale nel 2009 così riferirà di quell’incontro: “Lui e Southside Johnny erano ragazzi davvero normali, non li avevo mai incontrati prima e probabilmente non ne avevo mai sentito parlare […]. Quando [Springsteen] mi chiamò c’erano persone in studio che avevano capito chi mi stava chiamando”. Floyd si recò pertanto allo show e a un certo punto Springsteen lo presentò dicendo: “Sono molto onorato di avere tra il pubblico questa sera un uomo che ho ammirato e di cui ho ascoltato la sua musica per molti, molti anni. Un uomo che, senza la sua musica, non sarei qui perché è colui che mi ha rivelato il Sax sound e il  R&B sound Sax e siamo fortunati che  stia per salire  sul palco a suonare… Ha scritto così tante grandi canzoni che non posso nemmeno immaginare. Sta per salire e suonare un po’ con noi. Vi prego di fare un caloroso applauso a Mr. Eddie Floyd!”. Così Floyd  lo raggiunse sul palco ed eseguirono insieme due delle sue canzoni, RAISE YOUR HAND e KNOCK ON WOOD.

La versione del brano live inclusa  nel Live/1975–85 box set è quella relativa allo show del  7 luglio 1978 al Roxy Theatre di West Hollywood, CA 1978. Un’altra versione è pubblicata nell’album del 2004 Live in Asbury Park di Clarence Clemons and Temple of Soul Vol. 2.

Springsteen con Eddie Floyd da 1:52 a 2:00 del seguente audio:

~ di pinkcadillacmusic su 26 gennaio 2016.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: