Era un italiano del New Jersey il maestro lutaio che curava le chitarre di Bruce Springsteen


Accadde oggi!

petillo e bruce

Petillo ShopIl 13 Agosto del 2010, all’età di 64 anni, si spegneva Phillip J. Petillo, proprietario della Petillo Masterpiece Guitars. Petillo era un ingegnere meccanico, inventore, consulente elettronico e musicista, più noto come artista lutaio che iniziò la sua carriera riparando strumenti musicali all’età di quattordici anni, divenuto  poi designer e costruttore di chitarre e strumenti a corde di qualità e originalità superiore. Philip è laureato alla Columbia University e ha conseguito il dottorato in Tecnologia LaSalle University. A New York, ha avuto la possibilità di lavorare nel laboratorio di Manhattan della famiglia D’Angelico (anch’essa naturalmente di origine italiana) antesignana di quest’arte.  Da allora ha realizzato, riparato e restaurato chitarre e strumenti – oltre che per Springsteen e per gli E-Streeters Nils Lofgren, Garry Tallent e Patty Scialfa – per tanti artisti di calibro internazionale, come:

Carly Simon, Dave Mason, Dion, Jackson Browne, James Taylor, Johnny Cash, Linda Ronstadt, Meatloaf, Patty Scialfa, SouthSide Johnny & Asbury Jukes, Steve Miller Band, Sting, Tom Petty e tanti altri.

Descritto dai suoi cari come un artigiano vecchio stile che potrebbe richiedere fino a un anno per costruire una chitarra, Petillo era più conosciuto per la vendita di Bruce Springsteen il suo celebre Fender Esquire nel 1969 ad un costo di $ 150. Oggi, lo strumento è un valore verso l'alto di $ 5 milioni, ha detto in un'intervista l'anno scorso.

Descritto dai suoi cari come un artigiano vecchio stile che potrebbe richiedere fino a un anno per costruire una chitarra, Petillo era noto per la vendita a Bruce Springsteen della sua celebre Fender Esquire del 1969 ad un costo di 150 $. Oggi, lo strumento ha un valore di 5 milioni di dollari.

Nel circuito musicale, Petillo è famoso come l’inventore della “Petillo Precision Fret”, ovvero delle particolari barrette metalliche a sezione triangolare che perfezionano le qualità sonore della tastiera del manico delle chitarre.compare

Inoltre Petillo realizza e fornisce anche elementi elettronici e meccanici di altissima qualità, tra cui corde e pickups.  Il maestro lutaio è anche all’avanguardia rispetto alle nuove tecnologie della lavorazione di legni pregiati cui ricorre per restaurare strumenti antichi o danneggiati, così come per nuove creazioni.  Suo figlio David, laureatosi presso la Music Industry alla Monmouth University nel New Jersey, oltre ad aver ereditato l’arte paterna, è anche un esperto di intarsi in legno, avorio, metallo e madreperla di estrema raffinatezza che inserisce sui corpi e sui manici degli strumenti.

~ di pinkcadillacmusic su 13 agosto 2016.

2 Risposte to “Era un italiano del New Jersey il maestro lutaio che curava le chitarre di Bruce Springsteen”

  1. Peccato che molti italiani che danno un contributo all’estero per personaggi illustri si scoprono sempre alla fine

    Mi piace

  2. WOW!!!!!!!

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: