Springsteen in un nuovo video legge alcuni estratti dalla sua autobiografia


legge

Bruce Springsteen regala ai fans un nuovo video, attraverso il quale legge alcuni estratti della sua imminente autobiografia “Born to Run”.

Nel video pubblicato sulle pagine dei social media e su YouTube, Springsteen illustra come scrivere in prosa sia stimolante ma molto diverso dallo scrivere una brano musicale. “Scrivere in prosa ha un suo proprio insieme di regole Springsteen afferma nella clip. “Si ricollega alle regole musicali ma devi creare la musica senza la musica. Devi trovare la musica in modo che la storia scorra, il ritmo cambi e la tua voce cambi. Devi creare emozioni puramente attraverso la pagina”.

Poi legge un estratto dalle pagine della sua autobiografia: “Da giovane, volevo ricorrere alle classiche icone del rock ‘n roll: la strada, le auto, le ragazze cos’altro c’è? Era la lingua custodita da Chuck Berry, i Beach Boys, Hank Williams e di ogni bandito perso dai tempi dell’invenzione della ruota”.

Bruce prosegue commentando: “Quando si scrive una canzone, si ha la chitarra, si ha il ritmo che condensa il tempo e si può dire molto anche solo in una riga. [Il libro] deve scorrere e tenere interessato il lettore”.
Poi riprende la lettura, descrivendo il clima politico e sociale in cui è cresciuto e che ha ispirato la sua musica: “Per dare forza a queste immagini, dovevo dar loro forma in qualcosa di nuovo, qualcosa che evocasse nostalgia, sentimento e familiarità. Ero un bambino nell’era del Vietnam, degli assassinii di Kennedy, King e Malcolm X. Il paese non veniva più percepito come il luogo innocente spacciato negli anni ’50 di Eisenhower. L’omicidio politico, l’ingiustizia economica e il razzismo istituzionalizzato erano tutti potentemente e brutalmente presenti. Questi erano problemi in precedenza confinati ai margini della vita americana. Ora si percepivano nell’aria il terrore, il senso che le cose potessero non funzionare, che la superiorità morale fosse stata trascinata via da noi, che il nostro stesso sogno in qualche modo fosse stato contaminato e il futuro sarebbe stato per sempre insicuro. Questo era il nuovo assetto della terra, e se volevo far uscire i miei personaggi su quella strada, dovevo caricare tutte queste cose in auto con loro”.

 

 

 

 

 

~ di pinkcadillacmusic su 14 settembre 2016.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: