Il 20 settembre 1991 uscì “Indian Runner” di Sean Penn, interamente ispirato a un brano di Springsteen


indian_runner_xlg

Il 20 settembre 1991 uscì nelle sale The Indian Runner (“Lupo solitario”), che segnò l’esordio di Sean Penn alla regia.  Questi, fidanzato nel 1982 con Pam Springsteen (con la quale appare anche in Fast Times at Ridgemont High di Amy Heckerling del 1982), dichiarò di essere rimasto profondamente colpito dall’album Nebraska di Bruce Springsteen e in particolare dal brano Highway Patrolman.

Ne parlò con Bruce che non esitò a cedergliela per il suo film d’esordio. Come dichiarato nei credits dal regista, trama, personaggi, ambientazione e stile narrativo sono la precisa trascrizione cinematografica della canzone di Springsteen. La storia infatti  è quella di due fratelli: Frank, soldato dell’esercito degli Stati Uniti tornato dalla guerra in Vietnam, e Joe Roberts, sceriffo di una piccola cittadina agricola del Nebraska, che – preso tra famiglia e responsabilità  dovere e amore – si trova lacerato tra scelte difficili come canta Springsteen nel brano cui è ispirato: «I get a call over the radio Franky’s in trouble downtown/ Well if it was any other man, I’d put him straight away/ But when it’s your brother sometimes you look the other way». Penn sceglie inoltre un set springsteeniano (Omaha in Nebraska) e conserva i nomi dei protagonisti, le tonalità e l’essenzialità della canzone, a testimonianza della densità e autenticità del messaggio di Springsteen. Bruce commenterà: «Mi piace molto il film di Sean: fa quello che ogni buon cineasta deve fare […]. Racconta la mia storia, ma racconta anche la sua. Sean ha uno stile abbastanza grezzo, una rozzezza cui non si è più granché abituati nel cinema americano contemporaneo. Mi ricorda l’epoca degli anni ’70, quando film come Taxi Driver avevano grande successo di cassetta. Quando ci si pensa, è difficile da credersi oggi: Scorsese era il mainstream e i film di grande successo erano film come Taxi Driver. Sean è uno dei rari cineasti di oggi che mi rimandano a quella bella epoca del cinema americano, quella degli Scorsese, i De Palma, gli Schrader… (Max Stefani, Un americano a Parigi (intervista a Bruce Springsteen),“Il Mucchio Selvaggio”, n.272, Settembre 1997, p. 57». Per approfondimenti sul rapporto tra Springsteen e il Cinema,  cfr. P. Jappelli e G. Scognamiglio, Like a Vision, Bruce Springsteen e il Cinema, Graus Editore, Napoli 2015

~ di pinkcadillacmusic su 20 settembre 2016.

Una Risposta to “Il 20 settembre 1991 uscì “Indian Runner” di Sean Penn, interamente ispirato a un brano di Springsteen”

  1. interesting

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: